Rising Experience: HR e Marketing la nuova golden couple aziendale

Rising experience

RISING EXPERIENCE
20 novembre 2019 – 9:30 – 13:00

Copernico Milano Centrale – Sala Lunigiana

La collaborazione tra Risorse Umane e Marketing si sta rivelando ricca di opportunità per le aziende e un punto centrale della People Experience.

Da una parte è sempre più evidente che le strategie di Customer Experience possono avere successo solo in quelle aziende dove tutti i dipendenti sentono comune l’obiettivo di avere clienti felici.

Dall’altra le attività di recruiting possono essere più efficaci se le campagne di assunzione sono strettamente coerenti con l’immagine dell’azienda. Non solo, nella creazione della reputazione aziendale ha sempre più importanza la voce dei collaboratori e curare l’employee advocacy diventa fondamentale per l’immagine complessiva dell’azienda.

Un incontro per confrontare le esperienze e per capire quali strumenti possono facilitare la collaborazione, introdotto da un intervento di scenario di Stefania Boleso, professore a contratto Master Marketing Manager Università Cattolica di Milano ed esperta di employee advocacy.

ISCRIVITI SUBITO!

Agenda

09:00 | Accoglienza partecipanti

09:30 | Introduzione alla giornata – Letizia Olivari, CMI Customer Management Insights, Emma Pisati,  HEI Human Experience Insights

09:40 | Keynote Speaker – Stefania Boleso

Da Customer Journey a Employee Journey: similitudini e opportunità

Esiste un parallelismo tra marketing ed HR, tra come un cliente viene a conoscenza di un prodotto/servizio e finalizza l’atto di acquisto e come un dipendente viene in contatto con un’azienda ed entra poi a farne parte. In entrambi i casi, una persona particolarmente soddisfatta della sua esperienza può fungere da moltiplicatore del messaggio, con tutto ciò che ne consegue in termini di visibilità e credibilità per un’azienda. Le organizzazioni devono quindi valorizzare i propri dipendenti e la cosiddetta employee experience. Sono i dipendenti, infatti, a rappresentare l’azienda ogni volta che si relazionano con clienti, fornitori e altri stakeholder. In altri termini sono un fondamentale veicolo di comunicazione o, usando una parola molto in voga negli ultimi anni, sono dei potenti influencer.

10:10 | Human Digital Relations: chi è cliente di chi per l’azienda?Bruno Conte, New Tech Consulting

Il mondo del lavoro è cambiato, come è cambiato il rapporto tra azienda e cliente, tra produttore e consumatore, e si vive un momento di profondo cambiamento in cui tutto è fluido e passa da relazioni sempre più spesso mediate dalla tecnologia, dai contatti virtuali, dai social network, facendo emergere qualcosa di antico: fiducia, relazione, empatia tra le persone. La customer experience si miscela con l’employee engagement e l’employer branding, in cui l’ascolto e il racconto di esperienze, da entrambe le parti, diventano essenziali. Non esiste più un dentro o un fuori, e impostare questo dialogo è la sfida dell’imprenditore e del manager… oggi.

10:30 | I processi per la gestione della customer experience e del cliente interno: il caso 1000 MigliaFederico Perlin, VTENext

10:50 | Networking caffè

11:10 | Il Candidato al centro della Talent Acquisition: come trovare i talentiAndrea Pedrini, Visiotalent

Diverse analisi del mercato del lavoro evidenziano come i candidati siano cambiati, e stiano cambiando sempre di più, nelle loro abitudini, nelle loro necessità e nelle loro valutazioni. Il candidato sceglie. Il talento sceglie. Come farsi scegliere e come individuare il talento nel contesto dei candidati fin dall’inizio del processo di selezione? La tecnologia come può essere positiva sia lato candidato che lato HR? Se sì come e quanto? Attraverso un diverso approccio e una visione più Candidate Oriented, costruendo sul principio della User Experience un processo coinvolgente per il candidato, al centro, è possibile cambiare i paradigmi nel rapporto candidato – azienda, così da trovare più facilmente i “giusti” Talenti per la propria azienda.

11:30 | La psicologia dell’Employer Branding – Gianluca Bonacchi, Indeed

Come potete sfruttare la psicologia cognitiva per migliorare il vostro Employer Branding? In questa sessione verrete guidati attraverso la storia di questo modo di pensare, con esempi e dati basati su risultati provenienti da tutto il mondo: alcuni vi saranno familiari, altri un po’ meno, ma tutto sarà essenziale.

11:50 | Dalla Customer Experience alla Employee Experience: strumenti digitali di attraction e retention – Mauro Minniti, Myco

Una customer experience (CX) di successo fa la differenza fra comprare e non comprare. Per sviluppare una CX che invogli a comprare, sono necessarie persone ingaggiate e competenti, che superino le aspettative dei clienti, che personalizzino con empatia il rapporto con i clienti, riducendone il tempo e l’impegno richiesti, e risolvendo brillantemente eventuali problematiche. Il marketing e la logistica da soli non sono più sufficienti, servono l’engagement e l’intelligenza emotiva degli employee, secondo un continuo processo di crescita e mappatura delle competenze. È quindi sempre più necessario adottare politiche di sviluppo della employee experience (EX) e strategie di ottimizzazione dell’employee journey nelle fasi di attraction, recruiting, assessment e retention.

12:10 | Share your (true) story – il potere della comunicazione fatta beneGiacomo Grassi, Just Knock

Interessante questo annuncio di lavoro! Ma a che attività corrisponderà veramente questa Job Description? L’azienda condividerà i miei valori? Sarà davvero quella giusta per me?” si chiese il candidato. I candidati chiedono trasparenza, declinata nel desiderio di conoscere fisicamente le organizzazioni e i futuri colleghi. Si insegue una missione da sposare e valori in cui riflettersi. La condivisione d’esperienze risulta un fattore di successo per rendersi attrattivi come Employer Brand. Inoltre, è rilevante distinguersi proponendo processi di selezione innovativi e coinvolgenti, essendo essi stessi un elemento di employer branding: ingaggiare i talenti attraverso una candidate experience che sfrutti le potenzialità del digitale per esaltare il valore umano delle risorse.

12:30 | Il content marketing come strumento di recruiting ed employee engagement – Ellen Vultaggio – Performa

Sempre più spesso si sente parlare di employer branding, recruiting marketing, candidate experience e via dicendo. Ma che cosa si intende? Il marketing per il recruiting prende in prestito dal marketing tradizionale e digitale strumenti e strategie per attirare e coinvolgere talenti, che spesso cercano aziende e offerte di lavoro nello stesso modo in cui compiono un acquisto importante. I dati dimostrano che questo approccio migliora notevolmente la candidate experience, che spinge i candidati a guardare all’azienda con maggiore interesse; nonostante ciò, le potenzialità di quest’ambito continuano a non essere del tutto sfruttate. Le motivazioni dietro questo atteggiamento sono molteplici, ma ci soffermeremo sulla principale: le aziende non sono consapevoli dell’importanza del content marketing applicato al recruiting, per questo molte di loro non lo sperimentano per raggiungere gli obiettivi di ricerca e selezione. Insieme scopriremo quali sono le best practice alla base del content marketing, avvalendoci anche di case studies ed esempi di storytelling.

12:50 | Employee Advocacy: the right way!Giuseppe Ajroldi e Chris Seth, Dynamic Signal

L’employee advocacy funziona perché può sfruttare un valore intrinseco diverso da quello della customer advocacy: l’orgoglio dei dipendenti per ciò che fanno. Le persone amano dire che fanno parte di un’azienda eccezionale, e in questo modo contribuiscono alla promozione del brand. E ciò è fondamentale, perché la realtà è che le persone non si fidano a priori di un marchio, ma si fidano del parere di altre persone, soprattutto se percepiscono in loro un entusiasmo genuino. Ecco quindi che l’employee advocacy diventa uno strumento di fondamentale importanza per costruire e mantenere la fiducia in un’organizzazione. Detto questo, non è sostenibile pensare di costruire un’iniziativa di employee advocacy chiedendo semplicemente alle persone di condividere contenuti, perché nessuno vuole essere utilizzato come canale di marketing per promuovere contenuti che non sente propri. E se il concetto sembra facile, la sua messa in pratica può essere una vera e propria sfida: l’advocacy dei dipendenti deve essere guadagnata!

13:10 | Chiusura dell’incontro

 

ISCRIVITI SUBITO!

 

Sponsor evento  
Visiotalent

COMMENTI

WORDPRESS: 1
  • commento Avatar

    […] Un evento HEI dedicato al sempre più stretto rapporto tra HR e Marketing. Introdotto da un intervento di scenario di Stefania Boleso, professore a contratto Master Marketing Manager Università Cattolica di Milano ed esperta di employee advocacy, e arricchito da numerose relazioni, l’appuntamento chiarirà come la collaborazione tra i due dipartimenti possa arricchire le strategie di Customer Experience e rendere più efficienti quelle di recruiting. Sito: hei.network […]

  • DISQUS: