Smart Working in Regione Lombardia

smart working regione lombardia2 aprile 2020, ore 12: ecco il giorno e l’ora x in cui verranno messi a disposizione 4.500.000 euro per finanziare e promuovere lo smart working nelle imprese della Regione Lombardia.

Non si tratterà di un pesce d’aprile tardivo, ma dell’iniziativa di Regione Lombardia per l’adozione di piani aziendali di Smart Working. L’iniziativa è volta a supportare aziende e datori di lavoro che desiderano impegnarsi per incrementare non solo la produttività ma anche il benessere di lavoratori e lavoratrici, adottando un modello organizzativo incentrato su una maggiore flessibilità di luoghi e tempi di lavoro.

Ma procediamo con ordine e consideriamo le specifiche del bando in questione.

Vuoi un supporto per partecipare all’avviso?

Chi sono i destinatari dell’avviso smart working di Regione Lombardia?

L’avviso per l’adozione di piani aziendali di Smart Working pubblicato da Regione Lombardia si rivolge a tutte le società iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di competenza e ai soggetti in possesso di partita IVA che rispondono a questi requisiti:

  • avere almeno 3 dipendenti;
  • non essere già in possesso di un piano di smart working e del relativo accordo aziendale;
  • risultare in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva;
  • rispettare le previsioni di cui al Regolamento (UE) 1407/2013;
  • non rientrare nei campi di esclusione di cui all’art. 1 del suddetto Regolamento.

Vorrei maggiori informazioni

Finanziamenti a sostegno dello smart working nella Regione Lombardia

Le agevolazioni previste sono applicabili in questi due ambiti di intervento per l’adozione e l’attuazione di un piano di smart working in Regione Lombardia:

  • servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working, con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale (3.000.000 euro);
  • acquisto di strumenti tecnologici per l’attuazione del piano di smart working (1.500.000 euro).

L’agevolazione sarà concessa a fondo perduto attraverso un voucher aziendale. Il valore del voucher sarà determinato dal numero di dipendenti delle sedi operative/unità produttive presenti sul territorio di Regione Lombardia.

Come faccio?

Pronti a partire? Ecco come partecipare all’avviso pubblico per l’adozione di piani aziendali di Smart Working

Le domande di finanziamento al bando potranno essere presentate a partire dalle ore 12 del 2 aprile 2020 fino alle ore 17 del 15 dicembre 2021 attraverso il Sistema Informativo Bandi online, allegando:

  • la dichiarazione sostitutiva per la concessione di aiuti in “de minimis”;
  • l’incarico per la sottoscrizione digitale e la presentazione telematica della domanda;
  • la modulistica antimafia.

Se hai bisogno di chiarimenti, precisazioni e supporto, compila il form qui sotto: ti aiuteremo a concludere con successo il tuo percorso verso lo smart working!

COMMENTI

WORDPRESS: 0
DISQUS: