Cresce l’attenzione verso un business responsabile

business responsabileQuando si tratta di innovare vengono prima gli obiettivi di business o le esigenze delle persone? Nel migliore dei mondi possibili la risposta unanime sarebbe la seconda ma, nonostante tutti i buoni propositi, la maggior parte delle aziende non traduce ancora nei fatti questa nobile aspirazione. Secondo una ricerca svolta da Lenovo su un campione di 1.000 IT manager attivi in area EMEA, solo il 6% individua negli utenti la priorità quando effettua un investimento in nuove tecnologie.

La mancanza di un simile approccio in materia di innovazione è tuttavia un vero e proprio boomerang per le aziende: non considerare il lato umano della trasformazione tecnologica, infatti, limita fortemente i benefici in termini di crescita e produttività che questa porta con sé, con il 47% degli IT manager che conferma come gli utenti fatichino ad adottare nuovi software quando la loro implementazione viene realizzata senza tener conto delle ricadute dal punto di vista umano, generando di conseguenza nei lavoratori un sentimento di sopraffazione connesso alla complessità e velocità dei cambiamenti.

Innovazione e people centricity

Benché il desiderio, espresso dalla maggioranza delle aziende, di adottare rapidamente soluzioni tecnologiche che abilitino la digital transformation sia più che comprensibile, farlo senza adottare un approccio people centric rischia di annullare i benefici connessi a innovazione, aumento della produttività, riduzione dei costi e miglioramento dell’esperienza dei clienti. In aggiunta alle percentuali già indicate, Lenovo ha rilevato che il 48% degli IT manager ha ottenuto riscontri negativi dalla trasformazione digitale a causa di una strategia errata che ha trasformato la tecnologia in un fattore di inibizione, rallentando gli utenti le cui esigenze non erano state considerate con attenzione.

Per rendersi davvero conto dei reali benefici di una nuova tecnologia, le aziende devono quindi innanzitutto adottare una prospettiva che abbia come punto focale le persone, garantendo loro il giusto supporto attraverso corsi di aggiornamento e pratiche di change management, senza dimenticare il rispetto dei KPI, processi di implementazione affidabili e analisi del rollout, ma soprattutto tenendo in considerazione tutti i membri dell’organizzazione nel momento della scelta, affinché le soluzioni adottate risultino adatte alle esigenze di ciascuno.

Il business responsabile non è utopia

La buona notizia è che le organizzazioni stanno affrontando la sfida del new normal provando a ripensare i propri modelli operativi e puntando a un maggior equilibrio tra attenzione alle persone e focus sugli obiettivi di business.

Secondo quanto rilevato da Lenovo, con il diffondersi di pratiche di lavoro flessibile per gestire l’emergenza Covid-19 inizia già a emergere una maggiore people centricity nelle aziende, come confermato dal 70% degli IT manager intervistati, che ha evidenziato una maggiore enfasi verso un business responsabile da parte delle loro organizzazioni.

«I tempi cambiano rapidamente non solo per le aziende, ma per tutto il settore della tecnologia. Abbiamo potuto constatare che le organizzazioni prestano maggiore attenzione al benessere dei loro dipendenti, e rincuora vedere questo cambiamento di priorità. Tuttavia lo studio mostra che siamo solo all’inizio» ha commentato Giovanni Di Filippo, presidente di Lenovo Data Center Group, EMEA. «Se vi sarà un cambio di mentalità verso un approccio che dà priorità alle persone nell’adozione di nuove tecnologie, vedremo un cambiamento positivo tanto per le aziende quanto per la società in generale. Dipendenti più soddisfatti, maggiore produttività e un’innovazione più rapida sono i vantaggi del porre le persone al centro delle decisioni, quando si tratta dell’IT».

«Vogliamo che le aziende pensino prima alle persone investendo in quella che chiamiamo “Smarter Technology For All”» ha concluso Di Filippo. «Per quanto riguarda i vendor, è tempo di iniziare a pensare al di là di ciò che producono e prendere in considerazione le persone per cui il prodotto è concepito. Se la priorità è data alle persone, sappiamo che i vantaggi per l'azienda saranno importanti».

Scarica il report Think Human di Lenovo

COMMENTI

WORDPRESS: 0
DISQUS: